Mi presento…

Il mio percorso nel mondo del cucito parte nel 2004 quando inizio gli studi presso L’Istituto de Diseno Brivil in Venezuela. Un vero laboratorio creativo che ha apprezzato la mia passione e premiato il mio lavoro durante le molteplici sfilate di fine semestre.

Dopo tre anni di studio intenso, notti in bianco, mani piene di segni e vita sociale pari a zero, conseguo il diploma come Fashion Designer presso il medesimo Istituto. Fin da subito mi sono trasformata in una macchina creativa capace di realizzare abiti da cerimonia ed abbigliamento casual. Ho migliorato e coltivato la mia esperienza grazie anche a numerosi clienti privati e diverse stage di sartoria,predilgendo sempre più la realizzazione di abiti su misura.

La voglia di migliorare e approfondire in questo settore mi ha spinta nel 2008 a trasferirmi a Milano per seguire un corso di specializzazione in modellismo sartoriale femminile presso l’Istituto di Moda Burgo

Negli anni sono cambiata non solo come stilista ma anche come persona, cambiando interessi e passioni, ed è cosi che ho scoperto il mondo dell’insegnamento, il poter condividere con altri le mie conoscenze e vedere persone che hanno tanta voglia di fare ma non hanno gli istrumenti o la tecnica giusta. 

Con la esperienza acquisita, ho scelto di insegnare non con la teoria ma eseguendo dei progetti pratici, semplici e meno semplici, sia per adulti che per bambini, dove la parola chiave è divertirsi imparando. Adeguo la lezione secondo il livello degli allievi, il loro obiettivo e le loro effettive capacità davanti ad ago e filo.

Il mio obiettivo è dare voce ad un modo di essere, ad una forte passione ed alle percezioni che possono essere espresse. Questa per me è la moda e la sartoria: un mix di idee e di sentimenti che si congiungono in una straordinaria alchimia, in un percorso unico che ti farà sorridere, provare gioia, tristezza, talvolta addirittura l’ansia, ma alla fine sentirai solo l’orgoglio di vedere ciò che sei stata capace di fare perchè con pazienza tutto si può cucire.