Ago e filo…breve guida

Online trovate tanti siti e blog che parlano di aghi e fili da cucire, alcuni in modo troppo esaustivo e altri in modo superficiale che vi lasciano ancora piene di dubbi.
Ecco che ho voluto creare una breve guida, sintetizando le regole base per una buona riuscita del lavoro sotto Regole generali. Purtroppo il mondo del cucito è cosi complesso e prende tanti settori che dovevo per forza aggiungere la parte tecnica.
Nel dubbio sul tipo di ago adatto alla vostra macchina vi consiglio, come sempre e non mi stancherò mai di ripeterlo, di dare una occhiata al manuale d’istruzioni!

L’Ago

Regole generali:

  • Scegliere un ago giusto per ogni tipo di tessuto.
  • Cambiare l’ago per ogni nuovo progetto.
  • Non tirare l’ago con il filo, rischiate di piegarlo.
  • Controllare che l’ago non prenda dentro il piedino, se dovesse succedere cambiare l’ago.
  • Se avete provato a infilare il filo diverse volte, controllare la bobina e che tutto funzioni correttamente ma la macchina continua a saltare punti, tirare il tessuto, creare fori visibile, ecc. provate a cambiare l’ago.

Ago universale: Si trova facilmente in commercio e si può usare con la maggior parte dei tessuti. Si divide nelle seguente misure:

Misura Tessuto
N°60/70 Chiffon,Georgette, Organza (tessuti leggeri)
N° 70/80 Lino, corsetteria, tessuti leggeri, cotone
N°90 Tessuti peso medio, arredamento, cotone, lino, lana, sintetici, raso, ecc.
N°90/100 Arredamento, abiti cappotti, tessuti peso medio/pesante
N°100/110 Tessuti pesanti, denim, arredamento, tappezzeria, tweed,

Aghi Stretch: Per tessuti e maglieria molto elastici.

Misura Tessuto
N° 75 Jersey leggero
N°75/90 Jersey, jersey di seta
N°90 Lycra


Aghi con Punta a Sfera: Per maglia e corsetteria

Misura Tessuto
N° 70/80 Jersey. corsetteria
N° 80/90 Maglie singola, doppia, tende, maglie grosse
N°90 Lycra


Aghi per la Pelle: Per pelle, pelle artificiale e materiali simili non telati, sintetici pesanti.

Misura Tessuto
N° 80/90 Pelle, ecopelle
N° 100/110 Pelle pesante, ecopelle dura

Aghi per il Jeans: Per tessuti a trama spessa e prodotti simili.

Misura Tessuto
N° 90 Fogli di plastica, lamine, tela cerata Fogli di plastica, lamine, tela cerata
N° 90/100 Biancheria da letto, ecopelle
N° 100/110 Jeans, abiti da lavoro


Altri aghi specifici

Aghi microtex Punta molto sottile per tessuti fini o trama fitta, microfibra, tela cerata, pellicole, ecopelle, seta.
Aghi da ricamo Fili di metallo, ribattiture decorative, fili grossi o di lana.
Aghi per quilting Patchwork, quilting, trapunto
Ago gemello Nervature, orli su tessuti strech, decorazioni,ecc.
Ago a lancia per Orlo a Giorno Lino pesante e misto lino
Aghi a Doppia Cruna Fili ornamentali, ricamo e topstiching
Aghi Topstich Merlettatura, fili robusti, decorazione trapunta

Impossibile parlare di aghi senza toccare il tema filo da cucire! Perchè ad ogni filo corrisponde un ago.

Qualche regola generale per scegliere il filo giusto:

  • Scegliere il tipo e la qualità del filo secondo il progetto da realizzare (rammendi, abito nuovo, decorazioni, ricami, ecc)
  • Evita il filo economico , dura di meno e dà problemi durante il cucito (si spezza, fa nodi,ecc)
  • Più alto il numero del filo, più sarà sottile. (Ad es.cotone n.40-50,n. 60-80, n.80-100)
  • Usare la vista; sia lo spessore del tessuto che del filo si notano a vista d’occhio.
  • Se non trovi il filo di colore uguale al tessuto, prendilo di una o due tonalità più scure per farlo mimetizzare, la tonalià più chiara si nota di più.
  • Controlla che il filo sia adatto alla macchina da cucire che stai per utilizzare.
Tipo di filo Descrizione

Cotone
Il tipico cotone che si trova nella maggior parte delle mercerie. Non ha “elasticità” e può spezzarsi facilmente sopratutto su jersey e lycra.
Cotone intrecciato È un filo composto da 6 fibre intrecciate insieme che, volendo, si possono sciogliere ed è molto indicato per il ricamo.
Cotone perlè È molto più compatto e non si può sciogliere. Viene utilizzato nei ricami per una resa lucida.

Trapuntato
Filo di cotone ricoperto in maniera tale da facilitare il vostro lavoro di cucito attravero stoffe trapuntate.


Poliestere
Il più usato per i lavori a macchina e per quelli a mano grazie alla sua particolare tensione e alla sua capacità di non creare attrito con il tessuto durante la cucitura.

Invisibile
Filo trasparente molto resistente, si assomiglia alla lenza da pesca. Per lavori di decorazione con perline o paillettes o per cuciture resistenti ma impercettibili.


Pesante
Ideale per le stoffe di rivestimento, tessuti molto robusti, denim. Il filo pesante solitamente è di taglia 40 e lo si può trovare in commercio sia di cotone che di poliestere.
Raion È il filo ideale per realizzare quei ricami piatti.

Seta
Ha la particolarità di essere talmente sottile e delicato da non lasciare buchi ma, al contempo, di essere estremamente resistente e flessibile. Lo consiglio non solo per i lavori su seta, ma anche per cucire la lana.
Lana Per ricami su tessuti invernali, come le classiche impunture sui completi da uomo.
Metalizzato Conosciuto anche come filo lamèe, è composto da varie fibre metallizzate ed è anche esso utilizzato per il cucito creativo
Da bobina È un filo economico comune che si usa per le cuciture a macchina e va inserito nella bobina.
Misto Composto da diverse fibre di colori diversi.

E dopo tutte queste tabelle vi chiederete… e quindi? Cosa devo prendere? Come faccio?

Ecco un altra tabella semplificata con il tipo di ago e filo per i lavori più comuni, diviso in tipi di tessuti ( leggero, medio e pesante).

Tessuto Filo Ago
Leggero: Lino, Georgette, seta, chiffon, tessuti sintetici, tricot, raso,crepe, cadi,organ-za, ecc. Seta n.80-100 Cotone n.80-100 Sintetico n.80-100
65/9 o 75/11
Medio: Cotone,jersey, lana, sintetico, ecopelle leggera,ecc. Seta n.50 Cotone n.60-80 Sintetico n.50-80
90/14
Pesante: denim, tappezzeria, cotone pesante,tessuti inver- nali, trapuntature Seta n.30 Cotone n.40-50 Sintetico n.40-50
100/16

Fonti: Ringrazio innanzitutto i blog di cucito creativo; unaideanellemani, cucitocreativo, wikihow e macchinedacucireonline.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *